MESSA IN SICUREZZA “LA VILLETTA” E DISAGI PENDOLARI FS: PRESENTATE DUE MOZIONI


Nel Consiglio Comunale di ieri dopo il minuto di silenzio, osservato in apertura di seduta, in ricordo del Sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini e del suo delegato Vincenzo Eleuteri (deceduti a seguito dell’esplosione per una fuga di gas mentre svolgevano il loro servizio in comune), abbiamo presentato due interpellanze una relativa alla messa in sicurezza dell’area la villetta a causa di un cedro secco e l’altra su come ci si sta organizzando per alleviare i disagi per i pendolari a causa chiusura in agosto tratto FS Zagarolo-Ciampino e tratto metropolitana A.

Due i punti all’odg:

  1. il primo riguardava l’approvazione definitiva del piano triennale delle opere che prevede nell’anno in corso 2019, quindi certi e cantierabili, i lavori di efficientamento energetico presso le scuole, il completamento della rotonda davanti Eurospin a cui si aggiungerà quella davanti la piazza G. Cesare e che realizzerà l’Astral in base ad un progetto approvato lo scorso anno dalla precedente amministrazione.

Le altre opere previste nel 2020/21 attendono i relativi finanziamenti tranne quello per il recupero della Villa di Cesare e Massenzio già finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. La nostra soddisfazione nel veder realizzare tali opere, che abbiamo fortemente voluto e che abbiamo lasciato da completare alla nuova amministrazione, è stata però offuscata dal rammarico di non vedere accolti a suo tempo degli emendamenti che ampliavano la sfera di intervento dei lavori pubblici soprattutto con nuovi tratti di fognature, illuminazione e una nuova scuola elementare. Pertanto non abbiamo votato a favore del punto.

2. Il secondo punto, votato all’unanimità, riguarda l’estensione decretata dal Governo circa la possibilità di rottamazione delle cartelle esattoriali dal 2000 al 2017 relative a tributi locali e sanzioni del codice della strada. I contribuenti che hanno avuto in quegli anni notifiche di ingiunzione fiscale per tributi locali, possono ottenere l’estinzione del debito senza corrispondere le sanzioni mentre per le sanzioni del codice della strada non si pagheranno gli interessi di mora. Seguirà avviso pubblico esplicativo da parte del comune.

La foto si riferisce al cedro secco oggetto dell’interpellanza.